Alla scoperta della naturopatia

Alla scoperta della naturopatia

Che cos’è la naturopatia?

Negli Stati Uniti, verso la fine del XIX secolo, sono state sviluppate per la prima volta una serie di pratiche finalizzate alla cura di alcune malattie mediante l’applicazione di tecniche completamente diverse rispetto a quelle della scienza e della medicina tradizionale. L’idea di fondo della naturopatia è, in realtà, di natura filosofica: tutto ruota intorno alla consapevolezza che l’organismo umano sia un insieme naturalmente complesso che – per natura – tende ad ammalarsi e – mediante differenti processi naturali – è in grado di guarire trovando in se stesso la via della cura. In qualche modo quindi, la naturopatia, si sviluppa intorno alla credenza per cui l’organismo umano sarebbe in grado di guarire da solo, se opportunamente sollecitato e stimolato. Questa teoria, è stata accolta all’inizio con molto scetticismo – specie da parte degli scienziati che obiettivamente rigettano l’idea per cui il corpo sarebbe in grado di guarire da solo, anche perchè si manderebbero all’aria secoli di ricerche nel campo medico e farmacologico in un solo colpo. Eppure, la naturopatia nel tempo ha acquistato sempre maggiore credibilità anche grazie alla diffusione di una serie quasi infinità di applicazioni che hanno nomi diversi e affascinanti come la cromoterapia, l’aromaterapia, la riflessologia, la floriterapia e tante altre ancora. Così, nel corso, degli anni, si è andata sviluppando una nuova figura professionale – quella del naturopata, appunto, che non è un medico ma non per questo è meno degno di stima nel proprio lavoro.

Cosa fa concretamente un naturopata

Quando si cerca di capire in che cosa consiste concretamente la naturopatia si deve evitare di pensare che questa disciplina si occupi della cura materiale delle malattie. In realtà, la naturopatia ha come obiettivo quello di riequilibrare l’organismo nella convinzione che la malattia sia – per l’appunto – un’alterazione dell’equilibrio naturale dell’organismo. Inoltre, quando si parla di ‘malattie’ nell’ambito della naturopatia non si fa mai riferimento a vere e proprie patologie fisiche, ma sempre a disarmonie organiche che si possono verificare a livello energetico o emozionale. La naturopatia, quindi, mira a curare un malessere che è innanzitutto della psiche più che del corpo proprio perchè si parte dal presupposto per cui un malessere fisico spesso è causa o può essere causa anche di un malessere fisico. Questo è il motivo per cui un naturopata autentico non è uno specialista che promette la cura di patologie fisiche senza l’impiego delle medicine; al contrario, sarà colui che ammette che la propria disciplina non cura malattie vere e proprie ma si occupa di riequilibrare uno stato fisico ottimale all’interno dell’organismo umano mediante tecniche naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *