Bacche di Acai nella dieta

Bacche di acai nella dietaL’impiego delle bacche di Acai nei regimi dietetici si sta sempre più diffondendo, dopo le scoperte recenti sulle sue interessanti proprietà dimagranti e salutari. Qualità energizzanti, antiossidanti e depurative che non sono passate inosservate al vastissimo mercato dietetico e del fitness. Conosciamo meglio questo piccolo frutto tropicale, di origine amazzonica, ultimamente tanto in voga, nelle diete e nelle palestre più chic.

Bacche di Acai nella dieta

La bacca di Acai è un caratteristico frutto tropicale brasiliano, somigliante ad un grande mirtillo di colore nero, che vanta innumerevoli qualità, ultimamente riscoperte dagli studi dell’etno-botanica. Considerato uno dei frutti più sostanziosi della foresta amazzonica, viene integrato nelle diete di molti atleti brasiliani e di tutto il mondo; negli ultimi anni si è diffuso anche in Italia come nutrimento utile nelle diete dimagranti.

Prima di andare a scoprire i diversi ruoli delle bacche di Acai nei regimi dietetici, soffermiamoci su alcune sue caratteristiche botaniche: esse si presentano come piccoli frutti violacei che crescono a forma di grappolo, da una palma fruttifera che cresce in Amazzonia, chiamata appunto “Acai,” dal nome scientifico (Euterpe oleracea). Tale pianta, denominata dagli indigeni Albero della vita, può arrivare a crescere fino a 14-20 metri. Le bacche vengono raccolte a mano (da luglio a dicembre) e liofilizzate a temperature basse, per conservare il loro sapore e tutti i benefici tradizionali. Gli importanti valori nutrizionali di questi frutti, li fanno entrare di diritto nella categoria dei super alimenti, ottimi per facilitare il dimagrimento e contrastare l’invecchiamento data la ricchezza contenuta di antiossidanti.

I diversi benefici apportati dalle bacche di acai, nei regimi dietetici sono dovuti alla pluralità qualitativa dei suoi elementi come: l’elevato contenuto di proteine, di vitamine A e C, antocianine, polidenoli, di minerali e di fibre, omega-3 e omega-6 aminoacidi essenziali. Siamo consapevoli dell’inesistenza di prodotti miracolosi che facciano dimagrire senza alcun impegno alimentare e sportivo, ciò nonostante le bacche di acai possono dare una mano nella dieta e nell’attività fisica. Esse contengono grandi quantità di fibre, di acidi grassi e aminoacidi che permettono all’organismo di elaborare il cibo più velocemente, stimolando quindi il metabolismo e riducendo la sensazione di fame, apportando benefici all’apparato intestinale e digestivo.

Ottime come energizzanti, accelerano il metabolismo corporeo, agevolando la trasformazione degli zuccheri in energia, pronta da utilizzare. Per il loro elevato contenuto di polifenoli, sono anche in grado, durante un’attività fisica, di potenziare la massa muscolare e prevenire perdita di tonno ed eventuali danni ai tessuti. Un modo intelligente per sfruttare i benefici delle bacche di acai, nei regimi dietetici o ipocalorici, è sfruttare il loro sapore dolce in sostituzione ai classici dolcificanti, come lo zucchero e il miele.

In commercio le possiamo trovare in polvere, sottoforma di succo, di frutta secca o di polpa congelata, ma anche in capsule e compresse. Non ci sono studi, che dimostrano controindicazioni in caso di consumo eccessivo di acai, ma non esistono nemmeno indagini che affermano l’incontrario, pertanto è bene sempre chiedere un parere del medico e del nutrizionista prima di consumarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *