Case prefabbricate: prezzi e incentivi

I prezzi delle case prefabbricateLa libera concorrenza spinge le imprese a essere competitive. Questa competitività si traduce in un fiorire di offerte tra cui il cliente può scegliere. Ciò accade anche nel settore della bioedilizia, l’edilizia ecosostenibile.

Case prefabbricate prezzi: i preventivi

Case prefabbricate prezzi: un tema su cui mancano dati certi. Sono possibili però delle stime sui preventivi e sui prezzi al metro quadro. Una stima di massima colloca il prezzo a metro quadro intorno ai 1000 euro, ma ogni azienda offre soluzioni economiche diverse. Tralasciando numeri e stime, esistono delle certezze in merito ai preventivi. Innanzitutto, la cifra preventivata è la cifra definitiva, non ci sono variazioni di costo. Nell’edilizia tradizionale in muratura, invece, i preventivi iniziali sono solo indicativi, in quanto risulta difficile rispettarli in corso d’opera. A prescindere dall’impresa a cui si affidano i lavori, il preventivo varia sensibilmente in base alla formula d’acquisto che si sceglie. Il prezzo più economico viene proposto in caso di edificio consegnato al grezzo, cioè da rifinire. Optando per questa soluzione, i costi comprendono i seguenti servizi: montaggio e trasporto delle componenti; assemblaggio delle pareti, dei solai, del tetto e della copertura; la fornitura di materiali; la preparazione della documentazione per la realizzazione dell’edificio; infine, la stesura dei progetti. Quando si sceglie la formula chiavi in mano, a questi servizi si aggiunge l’implementazione di persiane, tapparelle con eventuale blindatura, porte, finestre, impianti e rivestimenti.

Case prefabbricate prezzi: risparmio energetico ed economico

Guardando il prezzo al metro quadro, una casa prefabbricata non appare più conveniente di una in muratura. In realtà, il maggior risparmio lo si ottiene grazie al rendimento energetico dell’abitazione.
Di norma, tutte le case prefabbricate seguono la Direttiva Europea 9102 in merito al consumo energetico.
Alcune rientrano pure nella categoria CasaClima A o addirittura nella classe Gold. Sono queste le abitazioni il cui rendimento energetico è molto alto e il risparmio che ne consegue è notevole. Si stima che queste abitazioni permettano un risparmio totale del 50% dei consumi. Ciò può avvenire grazie alle tecniche di costruzione, ai materiali usati e agli impianti installati. Trattandosi, soprattutto, di costruzioni in legno, è importante isolare le pareti con gli appositi rivestimenti isolanti, che proteggono la casa da umidità, temperature e rumori. Poi, queste abitazioni sono spesso dotate di impianti di energia rinnovabile, che non inquina e costa meno; molto diffusi sono, ad esempio, i pannelli fotovoltaici. Per una panoramica più dettagliata sul rendimento energetico dei prefabbricati, si consiglia il sito www.domus-green.com/.

Case prefabbricate prezzi: le spese obbligatorie

In un’analisi su case prefabbricate prezzi, bisogna citare alcune spese obbligatorie. Si tratta di costi da sostenere anche nel caso si faccia costruire un edificio in muratura. Innanzitutto, gli oneri di urbanizzazione per l’allaccio delle reti. Poi, è previsto il pagamento delle tasse per la costruzione e dell’IVA. Sono fuori dal preventivo dell’impresa anche i costi per lo scavo e le fondazioni, e il piano di sicurezza del cantiere. Essendo case come le altre, anche i prefabbricati, quindi, devono sottostare alle norme edilizie e richiedono una serie di permessi. Tutto ciò ha, ovviamente, un costo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *