Combattere la ritenzione idrica

Come combattere la ritenzione idricaLa ritenzione idrica è un problema che colpisce principalmente le donne, attaccando glutei, cosce e gambe. Questa causa un senso di gonfiore e pesantezza, oltre al ristagno liquido e alla cellulite. Ci sono rimedi per combatterla? Certamente, ecco alcuni consigli utili per combattere la ritenzione idrica a glutei e gambe.

La ritenzione idrica affligge moltissime donne in tutto il mondo. Si tratta di uno dei problemi estetici più diffusi, tuttavia, non si tratta solo di una questione di bellezza, ma di salute vera e propria. La ritenzione idrica, a causa del ristagno liquido, può causare la tanto odiata cellulite. Le cause principali della ritenzione idrica, sono: una cattiva circolazione sanguigna e uno squilibrio tra sistema linfatico e venoso. Sono soprattutto le donne a soffrire di ristagno liquido, specialmente in prossimità del ciclo mestruale o in momenti come la menopausa e la gravidanza. Anche gli squilibri ormonali possono causarla, per questo esiste anche la “ritenzione idrica da pillola“. Una volta che si chiariscono le cause del proprio problema, è possibile trovare anche delle soluzioni per combatterla e prevenire una nuova comparsa.

Come capire se si soffre di ritenzione idrica alle gambe?

Per capire se si soffre effettivamente di ritenzione idrica alle gambe, basta spingere con forza il pollice nella parte anteriore della coscia per un paio di secondi. Se una volta rimosso il pollice, resta ben impressa l’impronta del dito, significa che c’è presenza di cellulite e quindi ritenzione idrica alle gambe. Può essere il sintomo di una vita troppo sedentaria, di cattive abitudini alimentari o di una insufficiente idratazione.

Fai da te con il massaggio anti-cellulite!

Per combattere pesantezza e gonfiore di gambe, è necessario effettuare un massaggio anti-cellulite, ma bisogna farlo nella maniera corretta! Con una perfetta esecuzione del massaggio e grazie all’uso delle creme giuste, infatti, è possibile ottenere ottimi risultati anche con il fai da te. Nello specifico, bisogna massaggiare le gambe partendo dalle caviglie e salendo fino ai glutei. Poi si passa al piede, concentrandosi sulla zona della pianta e poi su quella del tallone. L’ultima parte prevede il massaggio specifico per il polpaccio, dove si applica una forza leggermente superiore, immaginando di infilare una calza e poi procedendo con dei piccoli pizzicotti.

Rimedi per combattere la ritenzione idrica ai glutei e alle gambe

Per eliminare, o meglio ancora prevenire, il problema della ritenzione idrica a glutei e gambe – e quello successivo della cellulite – ci sono una serie di sane abitudini quotidiane e accortezze da seguire, che possono aiutare moltissimo. Oltre ai consigli più importanti, come quello di evitare una vita troppo sedentaria, fare del movimento costante, mangiare in modo sano e bere molta acqua, ci sono regole comportamentali, che bisogna seguire per eliminare il pericolo della ritenzione idrica:

  • Eliminate, o quantomeno riducete, il consumo di sigarette;
  • Evitate di trascorrere molte ore sedute o in piedi sempre nella stessa posizione;
  • Dormite alzando leggermente le gambe rispetto al resto del corpo. Per farlo, basta inserire un cuscino sotto i piedi o sotto al materasso, in corrispondenza degli stessi;
  • No ai tacchi alti, ma nemmeno alle scarpe troppo basse (tipo ballerine);
  • Svolgete un’attività fisica regolare: camminate, nuotate o correte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *