Come funziona la vescica

Come funziona la vescica?

La vescica è un elemento fondamentale nell’apparato urinario e svolge l’importante compito di eliminare i prodotti di scarto. La vescica é uno dei principali organi dell’apparato urinario e accumula l’urina prodotta dal reni finché l’organismo non è in grado di espellerla.
L’urina è una sostanza di scarto prodotta dai reni durante il processo di filtrazione delle tossine e altri elementi iIndesiderati. Ogni giorno, vengono filtrati fino argo litri di sangue, ma soltanto due litri di liquidi di scarto attraversano gli ureteri per arrivare alla vescica. L’urina viaggia attraverso gli ureteri e le valvole degli ureteri, che collegano ciascuna struttura tubolare all’organo principale e impediscono il reflusso del liquidi. Le pareti vescicali, comandate dal muscolo detrusore, si rilassano all’ingresso dell’urina consentendo il riempimento della sacca. Una volta piena o quasi piena, la vescica comunica con il cervello tramite i nervi, ricevendone l’impulso di urinare. Questa sensazione aumenta sempre dl più se l’ordine non viene eseguito. Quando siamo pronti a urinare, gli sfinteri interno ed esterno si rilassano entrambi e il detrusore delle pareti vescicali si contrae per produrre pressione, forzando l’urina attraverso l’uretra fino allo scarico esterno. Oltre a indicarci quando dobbiamo fare pipi, il tratto urinario ci aiuta a equilibrare la concentrazione corporea di sali e minerali. Se, per esempio, la concentrazione é troppo elevata, il sistema induce la sensazione di sete per ripristinare i giusti livelli.

Che cos’è l’incontinenza urinaria

Numerose sono le aree partecipanti al corretto funzionamento della vescica. Se anche soltanto una delle funzioni coinvolte fallisce, si verifica l’incontinenza. Una forma comune di incontinenza è quella da urgenza. Si riscontra quando un individuo sente l’incoercibile bisogno di urinare e rilascia urina In maniera  spasmi involontari del detrusore vescicale e può essere determinata da problemi al sistema nervoso o da infezioni. Un’altra forma è l’incontinenza da sforzo, causata da danni allo sfintere esterno o alla muscolatura del pavimento pelvico. L’urina può fuoriuscire accidentalmente, soprattutto se la pressione (per esempio se si tossisce, si ride o si starnutisce). Questo tipo di incontinenza è particolarmente diffusa tra le persone anziane. Uno dei rimedi più recenti è un impianto preventivo sviluppato per sostituire i tradizionali presidi ad assorbenza. Si tratta di una sostanza a base di oliacene, iniettata tutto intorno all’uretra con funzione di supporto.

Di che cosa è fatta l’urina?

Una vescica umana contiene solitamente circa 350 millilitri di urina, anche se quella maschile ha una capacità leggermente superiore rispetto a quella femminile. L’urina è costituita da urea, il prodotto di scarto formato dall’organismo in seguito alla degradazione proteica. I reni filtrano la sostanza e la inviano alla vescica, insieme all’acqua in eccesso, per l’espulsione. Anche eventuali altri rifiuti, prodotti o consumati, dopo aver attraversato i reni escono dal corpo umano sotto forma di urina. Tipicamente, questo liquido è costituito per il 95% da acqua e per il 5% da solidi disciolti o in sospensione, tra i quali l’urea, oltre a ioni di cloruro, sodio e potassio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *