Come funziona una sinapsi?

Come funziona una sinapsi

Il cervello è un organo complesso ed estremamente potente, ma nonostante ciò non richiede molta energia per funzionare.

Il funzionamento del cervello non richiede molta energia per la sua attività quotidiana: gli bastano 20 watt, che sarebbero sufficienti ad alimentare una debole lampadina. La sua produzione energetica deriva dai flusso di ioni atomi caricati) attraverso la massa cerebrale, proprio come gli elettroni che si spostano all’interno di un conduttore. È interessante notare un effetto collaterale unico del processo elettrochimico, che genera campi elettrici quando si attiva. Infatti, durante la fase di segnalazione, altamente sincronizzata, di un vasto numero di neuroni, i campi elettrici che si producono sono sufficientemente potenti da consentirne la rilevazione extracelebrale tramite elettroencefalografia magnetoencefa logra (EEG) o magnetoencelografia (MEG).

Come funziona una sinapsi

Trilioni di neuroni trasportano messaggi in tutto il corpo: ma come avviene il trasferimento? Il sistema nervoso comprende una complessa architettura di cellule nervose dette neuroni. I messaggi nervosi possono viaggiare lungo singoli neuroni come impulsi elettrici nervosi, causati dal movimento di numerose particelle toniche caricate elettricamente. Per attraversare le minuscole giunzioni tra due neuroni, Il messaggio nervoso deve essere convertito in informazione chimica In grado di trasmettersi oltre la discontinuità. Questi minuscolispazi tra neuronisi chiamano sinapsi e rappresentano la principale area dl contatto tra due neuroni. Ciascun neurone comprendeun corpo cellulare estrutture di diramazione chiamate assoni e dendriti. I dendriti sono responsabili del prelievo delle informazioni tramite i recettori, mentre gli assoni inviano le informazioni scambiando segnali elettrici da un neurone all’altro, attraverso le sinapsi. Di seguito i principali elementi nel cervello che contribuiscono alla scarica delle sinapsi:

  • Dentrite: oltre ai neutriti assonali, i neuroni hanno ciascuno diramazioni multiple ramificate, dette dentrini che raccolgono i messaggi nervosi da altri neuroni,
  • Impulso nervoso: viene attivato un impulso nervoso quando uno stimolo (variazione dell’ambiente interno o esterno) altera le proprietà elettriche delle membrane neuronali.
  • Neurone: è la cellula nervosa trasmettitrice che contiene un nucleo, dove si trovano i geni cellulari e che controlla le funzioni della cellula.
  • Assone: Il segnale nervoso viaggia in un’unica direzione lungo l’assone, fino a un bottoncino dilatato all’estremità del neurite assonale, la sinapsi.
  • Vescicola sinaptica: minuscola membrana che immagazzina molecole neurotrasmettitrici. Le vescicole viaggiano dal neurone emettitore fino alla sinapsi, dove si fondono con la membrana presinaptica e rilasciano i neurotrasmettitori.
  • Ioni. il flusso di particelle caricate elettricamente costituisce la base dalla propagazione di un impulso nervoso.
  • Flusso ionico. Una volta che i neurotrasmettitori hanno attraversato lo spazio inter-neuronale, i canali degli ioni nel neurone ricevente si aprono consentendone a ioni positivi di fluire nel neurone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *