Cosa c’è sotto la pelle?

conoscere la pelle

La pelle è uno degli organi più esteri del corpo umano. Vi sveliamo qui alcuni particolari. L’organo più vasto del nostro corpo è la pelle: in media, la superficie cutanea di un individuo misura circa due metri quadrati, e corrisponde al 16 per cento del peso corporeo totale.

La pelle: l’organo più esteso ed importante del corpo

È costituita da tre strati distinti: l’epidermide, il derma e l’ipoderma, tutti con funzioni diverse. L’epidermide é lo strato superiore, impermeabilizzante. Oltre ad aiutare a regolare la temperatura corporea, protegge dalle infezioni e limita l’Ingresso dei patogeni. Di solito se ne parla come di un unico strato, anche se in realtà lo compongono cinque fogli. Quelli superiori sono costituiti da cellule cheratiniche morte, che impediscono la perdita di liquidi e forniscono protezione contro gli attacchi ambientali. E’ negli strati inferiori, nutriti dal derma, che avviene però la produzione di nuove cellule cutanee. In altre specie, per esempio negli anfibi, l’epidermide consiste esclusivamente in cellule cutaneo vive: in tal caso, la cute è permeabile e funge da primario organo respiratorio.

Il derma comprende tessuto connettivo e terminazioni nervose, contiene follicoli piliferi, ghiandole sudoripare e linfatiche e vasi sanguigni. Lo strato superiore del derma è corrugato e saldamente interconnesso all’epidermide. Benché tecnicamente non venga considerato uno strato cutaneo, l’ipoderma collega gli strati di pelle superiori al tessuto osseo e muscolare sottostante. La circolazione sanguigna e i nervi lo attraversano per arrivare al derma. E’ uno strato adiposo, importantissimo per la termoregolazione corporea: contiene il 50 per cento del grasso corporeo sottocutaneo di un organismo adulto sano. Questa distinzione tra strati spesso non è rilevabile in altre specie: gli umani sono tra i pochi animali in cui questi fogli appaiono separati. La pelle, oltre a offrire protezione ai muscoli, alle ossa cagli organi interni, funge da barriera protettiva tra noi e l’ambiente esterno. La termoregolazione, l’isolamento, l’escrezione di sudore e la percezione sensoriale sono tutte funzioni aggiuntive di questo organo.

Le funzioni della pelle in sintesi

  • L’epidermide è lo strato superiore protettivo. E’ impermeabile e protegge l’organismo, tra l’altro dai raggi UV, dagli attacchi patogeni e dalla disidratazione.
  • Derma. E’ lo strato che nutre e supporta l’epidermide. Il derma contiene radici pilifere, terminazioni nervose e ghiandole sudoripare.
  • Terminazioni nervose. Situate all’interno del derma, le terminazioni nervose ci consentono di percepire la temperatura, il dolore e la pressione. Ci forniscono informazioni sull’ambiente e ci proteggono da lesioni.
  • Tessuto cutaneo. Lo strato di grasso localizzato nell’ipoderma impedisce la perdita di calore e protegge ossa e muscoli da possibili danni. Costituisce inoltre una riserva energetica importante
  • Poro. Il poro ha una funzione di termoregolazione: è qui che viene secreto il sudore che raffredda il nostro corpo in caso di surriscaldamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *