Crociere per famiglie: cosa non deve mancare

Le compagnie di navigazione specializzate in crociera per le famiglie non sono molte, perché spesso il target per la crociera o è la giovane coppia o è quella più anziana. In realtà ci sono molte agenzie che permettono di prenotare crociere adatte alle famiglie, tanto in Europa, quanto in America.

Una crociera per famiglia si classifica quindi per le attività messe a disposizione per il nucleo familiare. Ad esempio, la Carnival (ma anche la controllata Costa Crociere) mette a disposizione un numero consistente di navi che hanno come obiettivo principale il divertimento. L’enfasi è quindi posta sui bambini e sulle animazioni o meglio sulle attività che potrebbero svolgere a bordo per non annoiarsi. Il divertimento è tale che le navi sono dotate di impianti per i giochi d’acqua, mentre ci sono sale giochi dotate di Wii e Play Station e un servizio di babysitting sempre disponibile. Gli adolescenti hanno anche a disposizione delle postazioni internet, mentre i più grandi quelli tra i 16 e i 18 anni hanno specifici locali per divertirsi e fare conoscenza. Anche MSC Crociere (per il 2018 confronta le offerte su crociere2018.net), la capofila delle linee di crociera italiane, ha un vasto programma pensato appositamente per le famiglie. Nonostante il lusso e l’abbondanza degli allestimenti, non mancano le atmosfere pensate appunto per la famiglia. In generale i figli minorenni che condividono la cabina con i genitori non pagano la crociera, escludendo voli, trasferimenti e tasse. Con MSC preziosa è possibile prenotare delle crociere a partire da Aprile che includono come porti di scalo Napoli, Messina, Marsiglia e Barcellona città da far scoprire ai figli, per immergersi a pieno nell’atmosfera mediterranea.

La regina delle vacanze pensate per la famiglia non poteva che essere la Disney. Non sono in molti a saperlo, ma la Walt Disney, praticamente la più grande conglomerata mondiale nell’industria dello spettacolo, che possiede gioielli come ABC e Pixar, oltre al celebre marchio dell’animazione, organizza ogni anno delle crociere pensate esclusivamente alla famiglia e ai bambini, che possono immergersi in una sorta di Disneyland galleggiante, con spazi pensate esclusivamente per loro, con divertimenti a tema tratti dai maggiori successi della casa di produzione, come Toy Story. E non bisogna pensare che queste crociere siano limitatamente esclusivamente a un pubblico americano: una crociera nel Mediterraneo con partenza da Barcellona, con partenza in genere nel mese di luglio, è facilmente perdonabile dall’Italia.

In generale quindi una crociera per famiglie deve avere l’appeal necessario per convincere i bambini che si divertiranno. In genere una crociera è vista come un divertimento da adulti, prendere o lasciare, perché l’offerta è strettamente regolata dall’organizzazione che non può fare a meno di scali programmati e di costi contenuti, nell’ambito di un servizio che potrebbe contenere persino degli spostamenti aerei (per esempio per il ritorno dallo scalo di arrivo). Quindi una crociera di questo tipo, tematica, oltre ad avere necessità di navi pensate allo scopo, deve anche saper offrire una serie di spazi e divertimenti che consentiranno ai bambini e ai ragazzi di tutta l’età di godersi il proprio tempo, diversamente dai genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *