Gelati: che passione!

gelati: che passione

I gelati sono prodotti alimentari costituiti da una miscela di latte e derivati, uova (in alcuni tipi), sostanze dolcificanti, aromi artificiali, congelati e consumati allo stato freddo.

Si distinguono diversi tipi di gelati: gelati duri, che hanno maggior consistenza; i sorbetti, piú fluidi e preparati per lo piú senza sostanze grasse, a volte senza latte e con l’aggiunta di sciroppi di frutta o liquori; i semifreddi, resi piú soffici e spumosi mediante l’aggiunta di panna montata; gli ice cream, di origine statunitense, con elevata percentuale di grassi, di solito senza uova e facilmente producibili su scala industriale.

Si conoscono poi numerose varietà di forme e gusti raffinati ottenuti dalle diverse combinazioni degli ingredienti indicati, secondo la tradizione, la fantasia creativa dei produttori artigiani o la fabbricazione su scala industriale. La composizione alimentare varia in relazione agli ingredienti usati per la preparazione del tipo di gelato: in media si hanno i seguenti valori per 100 grammi di sostanza:
Acqua 55% Protidi 3% Glicidi 25% Lipidi 12%
Sono presenti, inoltre, aromi, minerali e sostanze varie. Calorie 300 (per 100 grammi).

Il valore dietetico dei gelati

I gelati sono un ottimo alimento oltre a costituire una ghiottoneria ed un efficace dissetante soprattutto nella stagione estiva. Di elevato potere nutritivo, è facilmente digeribile e tollerato a tutte le età, indicato specialmente per i bambini. Si pensa erroneamente che il gelato sia dannoso alla mucosa gastrica perché provoca il suo raffreddamento: in effetti ciò si verifica solo se si ingerisce il gelato a digiuno e velocemente. Consumato lentamente e dopo i pasti, apporta un notevole beneficio in quanto aumenta la produzione dei succhi gastrici e frena il rapido svuotamento dello stomaco, agevolando la digestione.

Indicazioni e controindicazioni

È alimento consigliato negli stati febbrili, se non vi siano casi di intolleranza; gradevole e digeribile per gli inappetenti, i bambini, è anche particolarmente indicato dopo interventi chirurgici alle tonsille, per la sua azione antiemorragica. Non ci sono particolari controindicazioni, è opportuno però limitarne l’uso per i sofferenti di stomaco e intestino, per gli obesi, i diabetici, gli epatici. I gelati con noccioline, torrone, canditi o ricoperti di cioccolato non sempre sono consigliabili per i bambini; i ghiaccioli poi sono privi di valore nutritivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *