I rischi della dieta OGM

I rischi della dieta omgSapete in cosa l’umanità si sbizzarrisce davvero molto, ultimamente? Nella creazione di modi sempre nuovi – e spesso anche bizzarri – di perdere peso: vediamo uno degli ultimi approcci più…originali.

Controindicazioni e rischi della dieta OMG, panoramica

I nomi di molte diete spesso ricalcano grossomodo il loro contenuto oppure hanno lo scopo di suscitare immagini evocative, ma non è questo il caso della dieta OMG, il cui nome è in realtà l’acronimo di Oh My God cioè, letteralmente “oh mio Dio”. E cosa dovremmo aspettarci da un approccio alimentare il cui nome richiama una nota esclamazione anglosassone in grado di evocare ira, stupore, sconcerto o fascino a seconda dei contesti? E, soprattutto, saranno presenti controindicazioni e rischi della dieta OMG a cui prestare attenzione? Procediamo con ordine e metodo. Dunque, la dieta è stata inventata dal personal trainer inglese V.A. Fulton, che ha elaborato alcune indicazioni ragionevoli ed altre, francamente, un po’ meno. La colazione andrebbe saltata per sei settimane, la mattina è necessario bere un caffè rigorosamente non zuccherato – nemmeno dolcificato – e poi svolgere almeno mezz’ora dell’attività fisica preferita. Successivamente sussiste l’indicazione a fare (si, tutti i giorni) un quarto d’ora almeno di bagno freddo in una vasca in cui la temperatura dell’acqua non deve superare i 20 gradi celsius. Nella dieta OMG non sono previsti spuntini, ma al massimo ripartire il cibo in tre pasti giornalieri in cui comunque la soglia dei carboidrati non deve superare i 120 grammi. Si alla verdura, la frutta – poco zuccherina – massimo tre porzioni al giorno, abbondare con acqua e tè rigorosamente verde. Infine, la cosa più bizzarra: a giorni alterni il soggetto deve gonfiare per 10 volte di fila un palloncino via via più duro e resistente, questo dovrebbe secondo Fulton aiutare ad ottenere un ventre piatto.

Un po’ di perplessità, ma nell’insieme può andare..

Non volendo insultare l’intelligenza di chi ci legge, ometteremo anche solo di commentare la parte sui palloncini. Per quanto riguarda invece controindicazioni e rischi della dieta OMG, in realtà non c’è moltissimo da dire: la limitazione della frutta può avere senso specie in soggetti diabetici mentre la restrizione dei carboidrati è presente ma non certamente esagerata come in certe chetogeniche o simili e può dare una mano a perdere peso. Altri aspetti della dieta OMG invece lasciano un po’ esterrefatti: ad esempio, i bagni freddi. È vero che in questo modo si stimola la termoregolazione dell’organismo, ma si tratterebbe davvero di poche calorie al giorno in cambio di uno stress di proporzioni notevoli, specie nei mesi invernali. Il caffè a stomaco vuoto prima dello sport è una buona idea, a patto che però dopo l’attività fisica ci si moderi con il mangiare: il rischio dietro l’angolo è quello di abbuffarsi, vanificando ogni risultato. Dunque nel contesto ci sentiamo di dire che si tratta una dieta un po’ così ma che se seguita alla lettera permette di perdere qualche kg di troppo senza troppi sacrifici e danni per la salute, a patto che si mantenga una certa costanza sia nello sport tutte le mattine sia nella ripartizione dei nutrienti nei pasti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *