I vantaggi del noleggio a lungo termine

Quando si valuta di cambiare l’auto le opzioni che abbiamo a disposizione sono diverse, tutte ragionevoli a seconda delle valutazioni che possiamo fare: quanto usiamo la macchina? Che tipo di auto ci serve? Siamo liberi professionisti o dipendenti? Vogliamo prendere la macchina semplicemente da privati?

Nel tempo le opzioni per chi vuole rinnovare il parco auto si sono notevolmente ampliate. In primo luogo grazie alla diffusione dell’usato garantito, che ormai è un ottimo canale per risparmiare qualcosa, là dove il prezzo diventa la discriminante principale, anche se non mancano coloro che innamorati di un particolare modello, decidono di possederlo a un prezzo più conveniente. Un altro settore florido è quello delle auto aziendali, che vengono acquistate con un chilometraggio ridotto, sostanzialmente nuovo, quando l’azienda cambia la flotta oppure deve dismettere dei mezzi per tagliare dei costi. Infine ci sono due opportunità differenti, una vera e propria alternativa all’acquisto: il leasing e il noleggio a lungo termine. Nel leasing l’acquirente può saldare la quota rimanente della somma d’acquisto una volta cessato un periodo di utilizzo oppure restituire l’auto. Si configura quindi come un prestito condizionato al riacquisto e sottoposto al pagamento di un canone mensile. Nel noleggio a lungo termine invece abbiamo la riproposizione dello schema classico del noleggio a breve termine: l’acquirente utilizza la macchina per un periodo abbastanza lungo, che può arrivare a 4 anni, versando un corrispettivo al mese.

Quali sono i benefici del noleggio a lungo termine

A differenza del leasing il noleggio si chiude proprio al momento della cessazione del contratto. Esso ha una durata variabile e un costo parametrato all’impiego. Nel canone mensile infatti va calcolato il limite di chilometri percorsi. La durata comunque consente un pagamento non superiore alla normale rateizzazione. Se i costi sono superiori ciò può dipendere dalla:

– natura della macchina, ad esempio può essere un modello nuovo appena acquistato di fascia superiore;

– l’impiego mese per mese: se utilizziamo la macchina per fare migliaia di chilometri al mese è probabile che il costo sarà superiore.

– soprattutto nel corrispettivo sono comprese spese accessorie che il proprietario di una macchina deve comunque sostenere a parte, come l’assicurazione, il bollo e le spese di mantenimento (ad esempio il cambio dell’olio).

Chi è interessato al noleggio a lungo termine?

Sicuramente questa formula ha avuto successo per via della sua enorme flessibilità. Aziende e professionisti la trovano particolarmente vantaggiosi perché rende sicuri i costi e il chilometraggio, riuscendo contingentare i costi. Immaginiamo un’azienda che ha una flotta commerciale di pulmini e vuole sapere fin dal primo giorno quanto verrà a costare il mantenimento. A parte il costo della benzina, che comunque si può facilmente calcolare sulla base dell’esperienza, tutto il resto è già certo e senza alcuna sorpresa. Lo stesso vale per il rappresentante di commercio che utilizza ampiamente la macchina per lavoro. Sono tante le concessionarie e le aziende del settore che offrono il noleggio a lungo termine anche ai privati, come è il caso di crent.it, presente nelle principali città italiane. I benefici fiscali consentono una detrazione dell’IRPEF e dell’IVA che varia a seconda delle categorie che lo utilizzano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *