Primo tagliando auto: quando e dove farlo

Il tagliando auto è un’operazione di manutenzione fondamentale per l’auto; nel caso di una vettura nuova, dopo l’immatricolazione, il primo tagliando auto viene eseguito al termine del periodo di rodaggio.

Infatti, alla fine del periodo di rodaggio, solitamente coincidente con la percorrenza dei primi 1000 km, va effettuato, dietro avviso del concessionario il quale segue le indicazioni del costruttore, il primo tagliando auto che, nella maggior parte dei casi, consiste in un controllo dei liquidi del motore, del livello dell’olio, del controllo della batteria e comunque comprende una sorta di primo check-up del veicolo che ha appena cominciato a circolare.

Solitamente, questa specie di mini-tagliando si conclude solo con la fase di controllo, in maniera abbastanza semplice, tanto che solitamente è gratuito ed è incluso nel prezzo dell’acquisto dell’auto e nei primissimi interventi in garanzia.

Il primo tagliando auto va fatto presso un’officina autorizzata che, normalmente, è quella che si trova presso il concessionario dove è stata acquistata l’auto.

Il primo vero e proprio tagliando auto, che nella sua forma più comune ed usuale include il controllo generale del motore, dei liquidi di funzionamento, del cambio olio motore e relativo filtro e anche degli altri filtri come quelli del carburante e dell’impianto di condizionamento, è obbligatorio fino a quando il veicolo è coperto dalla garanzia del costruttore ma, ovviamente, è consigliabile venga effettuato con continuità anche dopo il termine del periodo di garanzia.

In passato, specialmente durante questo periodo di garanzia dell’auto, i tagliandi dovevano obbligatoriamente essere effettuati presso le officine autorizzate facenti parte della rete di assistenza della casa costruttrice, pena il decadimento del diritto alla garanzia ma, dal 2010, un regolamento della Comunità Europea recepito dall’Italia, permette a qualsiasi officina meccanica qualificata, di eseguire le operazioni di tagliando auto, riconoscendo tali interventi del tutto simili e con la stessa importanza di quelli eseguiti presso un’officina autorizzata dal costruttore, tanto da non compromettere la garanzia che copre il veicolo.

Ogni casa automobilistica fissa delle tempistiche ben precise per l’effettuazione dei vari tagliando, a partire dal primo vero tagliando auto che segue generalmente il primo anno di vita della vettura.

Tenendo presente che le scadenze entro le quali c’è bisogno di provvedere al tagliando auto, determinate dal costruttore, sono legate principalmente a due parametri come chilometri percorsi ed età della vettura, è possibile, in maniera generale, stabilire che il primo tagliando auto deve essere effettuato dopo aver percorso i primi 15.000/20.000 km oppure, in caso la percorrenza totale non abbia raggiunto tali limiti, allo scadere del primo anno dall’acquisto e messa su strada della vettura.

Per i tagliandi successivi è buona norma che vengano effettuati ogni 15.000/20.000 km o, comunque, nell’arco di 1-2 anni, facendo attenzione a non dimenticare il cambio dell’olio, perché ci sono vetture che prevedono il cambio dell’olio motore ogni 15.000 km mentre il tagliando completo va effettuato ogni 30.000 km. Altri modelli di auto prevedono invece un tagliando long life da effettuarsi ogni 30.000 o addirittura 50.000 km.

La non contemporaneità dei due diversi interventi è un fattore molto importante da tenere in considerazione perché il tagliando auto, con tutti i controlli che esso annovera, ed il cambio olio motore, sono le operazioni di manutenzione ordinaria fondamentali per il buon funzionamento e il mantenimento della buona salute dell’autovettura.

Imparare a non trascurare queste manutenzioni ed effettuandole con solerzia e regolarità, permetteranno alla vostra automobile di funzionare sempre nel migliore dei modi, prevenendo danni e malfunzionamenti e garantendo un ciclo di vita lungo e duraturo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *