Scoprire la lavanda

Scoprire la lavanda

Nome italiano delle specie del genere Lavandula ascritto alle Dicotiledoni della famiglia delle Labiate. Le lavande sono diffuse sui rilievi montani di tutta l’area mediterranea e dell’Asia meridionale sino all’India, ove frequentano le zone piú brulle e denudate su terreni degradati. Nella flora italiana sono presenti 5 o 6 specie, soprattutto nelle Alpi Occidentali fra gli 800 ed i 1500 m. di altitudine e sui rilievi appenninici nel versante tirrenico sino in Calabria ed in Sicilia. Le lavande sono piante erbacee o subarbustive o cespitoso-arbustive, con foglie opposte, spesso fascicolate alla base, intere, lanceolate o pinnatifide o dissette.

I fiori, in infiorescenze terminali spiciformi o cilindriche, sono blu, violetti o lilacini, presenti in numero di 2-10 per ogni verticillo, con calice tubolare, corolla con labbro superiore bifido e labbro inferiore trifido; i frutti sono acheni glabri e lucidi. Lavandula è un genere ricco di interesse sia per il settore orticolo che, e maggiormente, per quello dell’industria dei profumi e medicinale. Le specie presenti anche in Italia sono tutte oggetto di coltivazione:

  • Lavandula dentata (o spigonardo),
  • Lavandula stoechas (o stigadosso),
  • Lavandula multifida, specie rara e propria della Calabria e della Sicilia, sono con maggiore o minor frequenza coltivate nei giardini nei quali si coltivano anche Lavandula latifolia (o spigo)
  • Lavandula spica o Lavandula officinalis o Lavandula vera, detta Lavanda 

Queste specie, tuttavia, e massimamente la seconda, hanno grande importanza nelle coltivazioni industriali (dette lavandeti), diffuse in Italia, Francia ed Inghilterra, per l’estrazione dai fiori, mediante distillazione o solventi chimici, dell’essenza di lavanda, usata per la produzione di acque da toeletta, saponi fini, ecc. La lavanda fu usata anche in medicina e nei secoli passati le si attribuivano proprietà cordiali, cefaliche, carminative, emmenagoghe, masticatorie, starnutatorie. Attualmente la medicina riconosce alle lavande proprietà leggermente ipnotiche, antispasmodiche e calmanti della tosse; inoltre l’infuso di fiori di lavanda ha azione diuretica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *