Un trucco romantico per un viso luminoso

Juice Beauty Phyto-Pigments

Dopo aver inaugurato il take away e catering salutista 3 Green Hearts agli Hamptons, e la catena di saloni di parrucchieri Blo Blow Dry Bar, Gwyneth Paltrow è pronta a entrare nel make up. Arriverà a gennaio Juice Beauty Phyto-Pigments, linea di trucchi biologici progettati dall’attrice americana e ispirati al suo stile di vita. Fra le 75 alternative proposte tra rossetti, mascara & Co. si potranno scegliere i prodotti per il look Natural Gwyneth, nuances che replicano l’esatto tono di pelle e labbra della stessa Paltrow.

Del resto l’incarnato perfetto oggi è un obiettivo primario, e il desiderio di stagione è una pelle immacolata, dal tono vellutato, dal finish sano, un po’ romantico. Lo testimoniano le modelle di molte sfilate autunno/inverno, da Valentino a Pucci e Nina Ricci, che hanno sfoggiato un look fresco, anzi “rugiadoso” se si vuole tradurrre alla lettera quella che gli anglosassoni chiamano la dezuy skin. «Certo, è il sogno di ogni donna: avere un viso radioso è un’esigenza che non ha età», afferma Patrizia Negroni, training manager di Guerlain. «Ma la stagione fredda complica un po’ le cose». Il livello di inquinamento sale e diminuisce l’ossigenazione della pelle, mentre la scarsità di luce mette in evidenza imperfezioni come macchie e rossori e, in generale, fa apparire il viso spento.

Le soluzioni? «Detersione, idratazione e trucco», risponde l’esperta. Alla pulizia – una mousse da sciacquare con acqua al mattino, un latte o una crema la sera – va associato il peeling un paio di volte la settimana, perché elimina lo strato superficiale di cellule morte illuminando e rendendo meno visibili i segni d’espressione. Altrettanto importante è l’idratazione sistemica. «Idealmente, dovremmo assumere un litro di acqua al giorno per ogni 25 chili di peso, e consumare frutta e verdura di stagione in tutti i pasti della giornata», continua Negroni. L’autunno è sorprendentemente ricco di alleati naturali: i semi di zucca, per esempio, sono un’ottima fonte di zinco, fondamentale per il rinnovamento cellulare e per la produzione di collagene. Le barbabietole, invece, contribuiscono a rallentare il processo d’invecchiamento, grazie all’alta quantità di anzi ociani dal potere antiossidante. Al make up, infine, va il compito di amplificare lo spettro della luce. «La sfida e creare un incarnato perfetto, che doni la sensazione di un viso naturalmente fresco», commenta Silvia Dell’Orto, make up artist di Chanel. Per fondotinta e cipria si usa la tecnica del chiaro-scuro, che valorizza i punti del viso.

«I toni chiari riflettono la luce, quindi illuminano, evidenziano e allargano. Quelli scuri la assorbono, cioè nascondono e rimpiccioliscono». In particolare, la zona definita a T – l’area orizzontale della fronte, più la linea verticale del dorso del naso e fino al mento – è sempre da schiarire, per esempio passando al termine una cipria di mezza nuance più chiara del fondotinta. Occorre scegliere con professionalità anche la texture. «Se un fondotinta opaco scolpisce il viso, quelli satinati rendono brillante la pelle, aumentandone otticamente sia volume sia luminosità». Alcuni dei prodotti appena arrivati sono stan pensati proprio per creare la dea?), skin, questa carnagione naturale, fresca e vibrante. E lo fanno con le cosidette formule ibride: un esempio e il nuovo Instant Moisture Glow diYves Saint Laurent, che si può usare da solo, come idratante, e sviluppa un effetto pelle luminosa, o prima del maquillage per levigarne la grana Oppure è il caso del nuovo siero Météorites Soin Oxygène di Guerlain che, complice un complesso di principi attivi, migliora i flussi di ossigeno alle cellule della pelle, mentre quattro tipi di madreperle micronizzate donano una luminosità naturale. Un’ultima nota per esaltare l’incarnato? Il topknot, chignon di capelli raccolti al centro della testa accessoriato da vari gradi di “spettinatura”: l’hanno già sfoggiato Julianne Moore, Jennifer Lawrence eTaylor Swift ed è decisamente la soluzione del momento, perché scopre il viso e concentra l’attenzione sugli zigomi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *