Usare il trapano

Attrezzo o macchina utensile (quest’ultima dovrebbe più propriamente essere chiamata trapanatrice) destinati all’esecuzione di fori mediante asportazione di truciolo; tanto il moto di lavoro quanto quello di alimentazione sono affidati all’utensile: il primo è circolare continuo mentre il secondo simultaneo al primo è pure continuo ma rettilineo. In linea generale i trapani sono costituiti di un’incastellatura che riunisce le varie parti compresi i congegni per il movimento di lavoro e quello di alimentazione, la mensola portapezzi, gli organi per la trasmissione del moto e un mandrino a cui viene fissato l’utensile.

A seconda dei particolari usi cui sono destinati, i trapani possono essere classificati in trapani portatili, trapani a uno o piú mandrini in linea, trapani con testa a mandrini secondari, trapani semiautomatici, trapani speciali. I trapani portatili servono per eseguire fori di piccolo diametro; possono essere azionati completamente a mano, come nel caso dei trapani per legno o mediante motorino elettrico (trapani elettrici), aria compressa (trapani pneumatici), liquido compresso (trapani idraulici); in ogni caso il movimento di avanzamento viene comunicato all’utensile dall’operatore, che esercita una adeguata pressione. Appartengono alla categoria dei trapani con uno o piú mandrini in linea i trapani verticali, i trapani orizzontali e i trapani universali.

I trapani verticali, che sono i piú comuni, possono a loro volta essere distinti in trapani sensitivi, trapani a colonna, trapani radiali, e, da ultimo, in trapani multipli. I trapani sensitivi eseguono fori sino a 10 mm. circa di diametro e il movimento di alimentazione viene realizzato dall’operaio che agisce sopra una leva che attraverso un rocchetto dentato provoca lo spostamento di una cremagliera ricavata nell’albero del mandrino cui è fissata la punta. I trapani a colonna hanno l’incastellatura costituita da una colonna che nella maggior parte dei casi ha sezione circolare: possono avere dimensioni anche notevoli ed eseguire fori di diametro rilevante, ma sono caratterizzati dal fatto che la distanza tra l’albero portautensili e l’incastellatura è invariabile. I trapani radiali sono essi pure costituiti da una colonna ma il braccio alla cui estremità è fissato l’albero portautensili può ruotare attorno all’asse della colonna: a sua volta l’albero stesso può spostarsi radialmente lungo il braccio.

I trapani multipli sono dotati di speciali mandrini che permettono di eseguire simultaneamente un certo numero di fori e sono usati per le lavorazioni in serie. I trapani orizzontali hanno l’asse del mandrino orizzontale e servono per l’esecuzione di fori molto profondi: possono servire anche per lavorare fori già fatti ma in questo caso sono più propriamente da considerarsi alesatrici. I trapani universali hanno la caratteristica di avere l’asse del mandrino orientabile secondo qualsiasi direzione. Per le lavorazioni in serie sono molto usati i trapani con testa a mandrini secondari: si tratta in realtà di trapani multipli in cui gli assi dei mandrini anziché essere allineati sono disposti in modo vario a seconda della lavorazione da eseguire: possono essere a centri fissi o a centri regolabili a seconda che gli alberi dei mandrini abbiano una posizione fissa ciascuno rispetto agli altri o siano spostabili. Nei trapani semiautomatici le corse di accostamento dell’utensile al pezzo, l’avanzamento di quest’ultimo, lento’ durante il lavoro e veloce nel ritorno, vengono realizzati automaticamente e si susseguono secondo un ritmo prestabilito. Per lavorazioni speciali vengono infine costruiti trapani dotati di particolari dispositivi e accorgimenti: rientrano in questa categoria la macchina a tracciare, i trapani a scintillamento (che eseguono l’asportazione del truciolo mediante scintilla elettrica) e i trapani a ultrasuoni che sono dotati di un dispositivo elettromagnetico che tiene in rapida vibrazione (a frequenza ultrasonica) un portautensile con relativo utensile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *