Come lavare la carta da parati

La vostra casa è ricoperta da carta da parati ma non siete mai riusciti a pulirla? Non sapete come fare? Ecco tutti i consigli pratici per lavare la carta da parati.

Molto spesso capita di dimenticarsi di pulire la carta parati. Si pensa che la tappezzeria non possa sporcarsi o non possa subire i danni causati dalla polvere e dalle macchie. Quindi, anche le persone più meticolose se ne dimenticano. Ma in realtà, pulire la carta da parati è di fondamentale importanza soprattutto se la si vuole tenere sempre nuova.

Leggete l’articolo e scoprite come lavare la carta da parati.

PULIRE LA CARTA DA PARATI: ecco come fare

La carta da parati, come qualsiasi altra superficie domestica, attira polvere e sporcizia. Proprio per tale motivo, ha bisogno di essere lavata. Bastono semplici e facili accorgimenti per tenerla pulita e fresca.

Grazie ai tanti prodotti in commercio, lavare la carta da parati non è molto difficile e non richiede moltissimo impegno.

I migliori prodotti da utilizzare per lavare le carte da parati sono quelli che:

  • non hanno candeggina;
  • sono delicati;
  • sono composti da sapone neutro o elementi naturali come bicarbonato, aceto bianco e acqua.

Prima di procedere con la pulizia, è necessario stabilire che tipologia di carta da parati avete sulla vostra parete.

 

Quindi, se la carta da parati è:

  • in vinile, è possibile lavarla tranquillamente con acqua;
  • in semplice carta non è lavabile, quindi potete solo passare un panno asciutto.

Appurata che la vostra carta da parati sia lavabile, potete procedere con la pulizia seguendo questi semplici passaggi:

  • preparate un secchio di acqua calda e inserisci una piccola quantità di detergente incolore, per evitare che possa rilasciare particelle colorate e macchiare la carta;
  • immergete un panno morbido e strizzatelo in modo tale non che l’acqua non goccioli;
  • pulite la carta da parati passando, con delicatezza, il panno umido senza strofinare;
  • muovete il panno seguendo la direzione verticale dei bordi dei vari fogli e pulisci con movimenti circolari;
  • risciacquate e asciugate la tappezzeria con un panno asciutto.

Se volete semplicemente spolverare la carta da parati vi basterà spazzolare le pareti con:

  • un’aspirapolvere;
  • una scopa;
  • un panno in microfibra;

Se volete, invece, rimuovere delle macchie, è necessario stabilire che tipologia di macchia è.

Infatti:

  • se si tratta di segni di pastelli a cera, in caso di carta da parati non lavabile, occorre utilizzare una spatola per rimuovere il colore. Successivamente, eliminare gli eccessi appoggiando della carta assorbente e premendo, per qualche minuto, con un ferro da stiro impostato a temperatura minima. Attendete qualche minuto e la macchia viene via. Se la carta è in vinile basterà passare un panno, inumidito con sapone neutro, direttamente sulla macchia;
  • per rimuovere impronte digitali procedete con una gomma da cancellare strofinando delicatamente. Se la carta è lavabile pulite con una pezza bagnata;
  • per le macchie di grasso o di caffè, invece, fate assorbire le tracce di unto con la carta assorbente. In alternativa, utilizzate del talco in polvere su un panno e lasciare agire per qualche minuto. Successivamente, rimuovere le polveri con una spazzola o una spugna asciutta;
  • per le macchie di vino rosso basta uno straccio con sapone neutro e acqua ossigenata. Strofinare con delicatezza e poi asciugare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *