Come stirare i vestiti al meglio

Stirare è un’attività che piace a poche persone, soprattutto perché senza gli strumenti e le giuste accortezze i risultati sono in molti casi deludenti. Ci sono però alcune piccole regole da seguire che consentono di ottenere panni perfettamente stirati, proprio come se fossero ancora nuovi, appena tolti dalla confezione originale. Il primo passo sta nel munirsi di un ferro da stiro con caldaia di qualità.

Perché scegliere il ferro da stiro con caldaia

Le motivazioni per cui il ferro da stiro con caldaia è la scelta migliore per la stiratura sono varie, a partire dal fatto che una caldaia separata permette di: avere un getto costante di vapore continuativo nel tempo; maneggiare un ferro leggero e scorrevole grazie alla mancanza del serbatoio dell’acqua che rende i ferri tradizionali particolarmente pesanti; produrre vapore in quantità maggiore sin dal primo secondo di utilizzo. I modelli di ferro da stiro a vapore oggi disponibili in commercio sono muniti anche di una serie di opzioni che rendono lo stiro ancora più facile. Ci sono infatti ferri che regolano la produzione di vapore a seconda del movimento del braccio sul tessuto ma anche ferri in grado di riconoscere il tessuto su cui poggiano, cosa che evita di dover costantemente regolare la temperatura di utilizzo.

Preparare al meglio il bucato

Un bucato ben stirato è un bucato ben lavato e asciugato. Chi ha a disposizione un’asciugatrice dovrebbe ricordarsi sempre di evitare l’asciugatura completa nche in molti casi causa pieghe difficili da togliere. Se non si possiede questo elettrodomestico è bene stendere il bucato sbattendolo leggermente e ponendo gli orli verso l’alto. Tirare i bordi con le mani, per togliere almeno le pieghe più evidenti, consente di accorciare di molto le seguenti attività di stiratura. Per quanto riguarda le giacche e alcune tipologie di camice e magliette, il consiglio è quello di stenderle sulle grucce in questo modo il tessuto non si piega e la stiratura risulta molto più rapida.

L’asse da stiro

Insieme al ferro da stiro anche l’asse consente di accelerare le attività di stiratura. Certo, volendo si può stirare anche su una tavola, poggiando sul ripiano un asciugamano o un panno in cotone. L’asse da stiro però è progettata per rendere più efficace l’azione del ferro. Il segreto sta nei piccoli fori che la ricoprono, il vapore infatti non viene fermato dall’asse ma passa al di sotto di essa. Oltre a questo l’asse è sagomata in modo da consentirci di stirare zone specifiche dei capi, come ad esempio le spalle di camice e magliette o gli orli di alcuni capi di vestiario.

L’importanza dell’umidità

Il bucato andrebbe stirato quando è ancora leggermente umido. L’asciugatura completa infatti rende più stabili le pieghe, cosa che ci ostacola mentre utilizziamo il ferro da stiro con caldaia. Certo, il vapore sotto questo punto di vista aiuta ma avere a disposizione dei tessuti ancora leggermente umidi potenzia l’azione del vapore stesso. Quindi, se usiamo l’asciugatrice, evitiamo di effettuare asciugature drastiche. Se invece stendiamo il bucato su un classico stenditoio, stiriamolo quando è umido oppure inumidiamolo leggermente prima di cominciare a stirare.

Post in collaborazione con Philips

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *