Isola del Giglio: un luogo incantato dove trascorrere le proprie vacanze

Il Bel Paese è pieno di posti da vedere almeno una volta nella vita. Soprattutto in estate, quando il sole e le lunghe giornate rendono la nostra terra perfetta per una gita fuori porta. Tra i posti più belli da visitare in Italia c’è l’Isola del Giglio, meta perfetta per trascorrere le vacanze estive in totale relax, tra spiagge mozzafiato e bellezze artistiche nascoste. Non a caso è uno dei posti più indicati dove andare in vacanza. Leggi le informazioni su come fare turismo al Giglio.

Tante le cose da visitare in questo posto dal carattere selvaggio, in cui si districano sentieri tortuosi che portano a scogliere e scorci paesaggistici mozzafiato, perfetti soprattutto per gli amanti del trekking e delle lunghe passeggiate.

Giglio porto, ad esempio, è la frazione più antica e caratteristica dell’intera isola del Giglio. Meravigliosamente circondata da acque limpide e trasparenti, nonostante sia la zona in cui attraccano i traghetti, questa località si distingue per la meravigliosa torre di avvistamento, i vicoli stretti che pullulano di botteghe colorate e negozi di souvenir, i ristorantini di pesce con vista mare lungo la spiaggia e qualche piccola baia nascosta che regala un panorama incredibile.

C’è poi Giglio Castello, la zona più alta ed affascinante del territorio, da cui si gode di una splendida vista panoramica. Come è facile dedurre dal nome stesso, questa località si distingue per la presenza di un bel castello medievale, che conserva tuttora il caratteristico aspetto di borgo, con tanto di cinta muraria e torri di avvistamento. Una volta all’interno, vi sembrerà di tornare indietro nel tempo, addentrandovi tra vicoli stretti, piccoli archi, scalinate e piazzette. Se vi trovate all’isola del Giglio per un giorno, non potete certo perdere l’occasione per visitare questo affascinante castello.

Per quanto riguarda le spiagge non può mancare Campese, la più grande e frequentata dell’intera isola. Facilmente raggiungibile da qualunque località del territorio, sia con autobus pubblici sia con mezzi propri, questa spiaggia si distingue per la caratteristica sabbia rossa granulare e per le belle acque limpide. È molto affollata nei mesi più caldi dell’anno.

È attrezzatissima. Poco a sud del porto, comodamente raggiungibile a piedi, si trova invece la spiaggia delle Cannelle, molto affollata già a partire dalle prime ore del mattino. La sabbia bianca e le acque turchesi sembrano conquistare i turisti provenienti da qualunque parte del mondo.

Come raggiungere l’Isola del Giglio

Ma come si raggiunge l’Isola del Giglio? Chi viene in auto da Firenze o da Pisa deve prendere la tangenziale di Grosseto, proseguire verso Roma sull’Aurelia, uscire ad Albinia (dopo circa 34 chilometri) e a questo punto seguire le indicazioni per Porto Santo Stefano. Da Sud, invece, chi viene da Roma deve lasciare la A12, proseguire sull’Aurelia fino a Orbetello, attraversare il centro abitato e poi seguire le indicazioni per Porto Santo Stefano.

Una volta arrivati a Porto Santo Stefano (in auto, in treno o in aereo) per arrivare all’isola del Giglio bisogna prendere uno dei traghetti in partenza. Ogni giorno sono diverse le corse che assicurano il collegamento con l’isola.
Foto di Pascvii on YouTube🎬 da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *